Dantedì: le classi 4P e 5I del liceo Galvani partecipano alla maratona dantesca di video

Comunicato stampa: tutte le informazioni sull’iniziativa

 

Per la giornata del 25 marzo l’Associazione ADI (Associazione Degli Italianisti) ha promosso il progetto “Adotta un canto e portalo nella tua città… quando puoi”. L’iniziativa ha coinvolto 100 classi di diverse scuole collocate su tutto il territorio nazionale in una maratona di lettura “a mosaico”: ciascuna classe/scuola ha confezionato una tessera video del canto attribuitogli della durata di tre minuti, in modo da consentire un percorso completo del poema in 5 ore, che sarà visibile a partire dal 25 marzo. Qui il link per accedere alla visione

Il liceo Galvani con le classi 4p e la 5I partecipa alla maratona.

  • Il video ad opera degli studenti della classe 4P del liceo Galvani: avendo gli studenti lavorato in zona rossa, il video si compone di riprese fatte in casa, di immagini di repertorio e di sequenze in stop motion.
    Alla classe 4P è stato assegnato il quinto canto del Purgatorio: ancora nell’Antipurgatorio, Dante e Virgilio sono assediati dalle anime dei morti di morte violenta, pentiti all’ultimo momento della vita, e per questo costretti all’attesa per un tempo supplementare. Le anime chiedono con insistenza a Dante di portare loro notizie sulla terra in modo che, attraverso le preghiere dei vivi,  tale tempo possa essere ridotto. Tre anime parlano con Dante, raccontandogli il momento della loro morte e della loro redenzione in virtù di un breve attimo di pentimento e perdono, che li pacifica con Dio. Il video vuole mettere in rilievo i tre momenti costitutivi del canto: l’insistenza delle anime, il ricordo terribile della morte violenta, la consapevolezza della salvezza.
  • Il video ad opera degli studenti della classe 5I del liceo Galvani  è stato realizzato con un programma di editing digitale, assemblando foto scattate dagli studenti a se stessi o a particolari ambientazioni coerenti con il canto  e facendole interagire in maniera tale da ricreare la scena descritta dai versi assegnati.
    Alla classe 5I è stato assegnato il settimo canto del Paradiso: a pochi versi dall’inizio viene introdotta la spiegazione di Beatrice in merito alla  giustizia della punizione che ricade sugli ebrei, paradossalmente rei di aver salvato le anime degli uomini crocifiggendo Cristo. La scena vede Beatrice, che ha intuito il dubbio di Dante, rivolgersi a quest’ultimo ed esporgli la necessità della reincarnazione  di Cristo per redimere l’uomo dal peccato originale.

 

 

 

Questo sito web utilizza i cookie. Leggi la nostra policy sulla privacy.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi